Atene e l’orrore del Nichilismo

The heart of darkness of Euro, son of Europa and grandchild of God


From the wsj pictures gallery:

1 Iakovos Hatzivastravou \ AP – A bank employee rescued

2 Louisa Gouliamaki – AFP\ Getty Images – The Martin Egnatia Bank where 3 people were burnt yesterday, during the general strike

English Summary

1. wsj today

Witnesses said hooded protesters smashed the front window of Marfin Bank in central Athens and hurled a Molotov cocktail inside. The three victims died from asphyxiation from smoke inhalation, the Athens coroner’s office said. Four others were seriously injured there, fire department officials said.

2. Dostoevskij

3. Coetzee:

Per il nascituro di Atene, morto prima di vivere

il mio cuore sanguina di oscurità, un sangue nero come il petrolio della costa sud che sgorga dalla vena aperta dell’AMERICA QUASI LATINA. Non ho nemmeno lacrime, per come sono sconvolto dai morti di Atene.

Perché da sindacalista ho fatto tanti picchetti a Schio, e c’erano padroncini con lo schioppo (ne ricordo uno a Marano V.no, ed un giorno del 1967\8 fu ferito il sindacalista uil).

Perché sono morti doppiam. nostri: i morti sono dei nostri, ed ammazzati dai “nostri!” – si: i nostri nichilisti.

Quando si farà luce nelle strade, ma ancora non nel mio cuore di oscurità, scriverò qui un pezzo sul nichilismo da Dostojevski a Coetzee. Per trarne la morale su Atene qui, ed oggi. Il terribile giorno dopo la sbornia di Nichilismo. Che uno non vorrebbe svegliarsi.

IL FATTO

La Stampa:

L’incendio
È il palazzo della banca Marfin Egnatia, di proprietà di uno dei più discussi magnati dell’Ellade, Andreas Vgenopoulos. Qualcuno è riuscito a spaccare il vetro di protezione e a tirare dentro una molotov, meglio allontanarsi. Passa un’ora e mezza, un’ora e mezza di selvaggio corpo a corpo tra la polizia e gli anarchici «ufficiali» davanti al Parlamento. Una nuvola bianca di lacrimogeno qui a Syntagma, ma c’è una nuvola nera che si vede salire da Panepistimiou. Solo allora sappiamo che i pompieri, disturbati nel loro lavoro da pazzi che lanciano sassi e bastoni, hanno trovato tre corpi esanimi dentro l’edificio della banca. Un uomo e due donne, tra i 35 e i 37 anni. Una aspettava un bambino. Tre disgraziati bancari rimasti inchiodati dalle fiamme e dal fumo su per le scale dentro l’edificio. Altri cinque dipendenti della banca, rimasti al lavoro, si sono salvati per miracolo affacciandosi ai balconi dei piani superiori.

Gli anarchici sui loro siti, peraltro, negano ogni responsabilità per l’attacco omicida alla Marfin Bank. Non c’è modo di sapere se sia vero o meno, certo è che anche i responsabili di Syriza, la coalizione di sinistra radicale, puntano il dito contro un piccolo gruppo neonazista, “Chrissi Avri” (Alba radiosa) che anche in altre occasioni era riuscito ad infiltrarsi nelle manifestazioni.

Il giorno dopo: http://tv.repubblica.it/dossier/grecia-crisi-economica/mazzi-di-fiori-davanti-al-portone-bruciato/46670?video=&pagefrom=1

IL COMMENTO

x

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: