Baby Boomer al macero

Molteplici fallimenti:
a) della generazione baby-boomer; si veda qui la “pagina statica” tematica
b) di un ceto politico della ex-democrazia italiana (Mario Tronti): la TRANSIZIONE via “mani zozze” (di Pietro e gli altri criminali giustizialisti in toga)  dal Capo Supremo di Cosa Nostra Andreotti, al fido stalliere Berlusconi (si: è proprio lui lo stalliere della mafia, sinora c’era stato un qui pro Qui Quo Qua, insomma uno scambio di persone); tema già sfiorato qui nel post:

LA PETITE DIFFERANZA TRA I E II REPUBBLICA

c) della stessa area generazionale nell’ex-Pci – con  l’eterna diatriba di tutti contro tutti e lo sfarinarsi dei ’68ini della fgci, già analizzato da tutta una letteratura (seguirà qui una breve bibliografia, come richestomi dall’amico e fine intellettuale João Manuel Cardoso de Mello):
– c1) l’impotenza politica di d’Alema, premier UNA TANTUM solo per volontà degli USA, ed i loro patti con l’emergente mafia serbo-kossovara (che, in concorrenza con gli spagnoli e la ‘ndrangheta – che ho visto in rapida espansione in Brasile e nei suoi porti, la cosa viene cit. anche nella intervista di Carta Capital a Nando della Chiesa della settimana scorsa -, gestisce i flussi di tonn. di coca all’ingrosso across the Atlantic, col CONSENSO DI WASHINGTON)-;
– c2) quel mentecatto e sub-normale di Veltroni che idealizza un gruppo familiare di noti criminali irlandesi, i Kennedy di “Joe il Padrino”; ossia, a differenza di d’Alema trovatosi in una indesiderata alleanza coi mafiosi d’oltre Adriatico, Walteroni:  si presta a fare l’ideologo della mafia irlandese; fu il peggior sindaco che Roma abbia mai avuto, dopo Rutelli (quello che ha fatto perdere a Roma il treno dell’Anno Santo); ha sabotato la riforma Bersaniana dei taxi , ‘sto fijo de ‘na mignotta (etimologia: da M. Ignota);
– c3) e tutti gli altri figli di puttana (etimologia: opzione “put” su una tana). Ad es., non perche’ brilli, ma solo un mona qualsiasi tra i tanti: un Mussi che affonda una università già morta, perchè da Ministro BENALTRISTA, lui  ha “ben altro” di cui occuparsi che di quisquiglie come lo sfascio di insegnamento, ricerca, scienza e tecnologia  e l’assenza di un “Sistema Nazionale dell’Innovazione” nel belpaese: le sue correntuzze frazioniste di altri mussi come lui (nel senso veneto del termine: ed i muli MI SCUSINO per il modo di dire, che li offende).
Meditiamo sulle motivazioni assai serie, seppur discutibili, delle dimissioni del sen. e collega economista Nicola Rossi; come sapete, un protagonista della politica post-comunista, tradizionalmente assai vicino a Massimo D’Alema, ed influente sul suo pensiero politico.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: