Nobel Fisica: ora il Quantum Computing è più vicino

En attendant la Quantum Revolution.

Sarà la nuova Rivoluzione Industriale dopo il sorgere, da alcune comunità di  cacciatori-pescatori-raccoglitori, di agricoltura ed allevamento-pastorizia specie nei continenti e regioni ben dotate di specie animali adatte alla domesticazione (Jared Diamond). Il sorgere di tecnologie ed industrie premoderne nella Cina imperiale sino al suo apogeo nel 15°secolo. E la  sequenza moderna: 1 Riv. Ind. settecentesca; 2 la Elettricità-Fordismo dal 1880; e 3 la microelettroncia-postfordismo, a partire dalla discontinuità della invenzione del MPU ad opera del vicentino Federico Faggin, nel 1971.

Genererà – tra grosso modo un decennio o poco più, non so bene: specificare questo intervallo, richiede una stima fattibile, ma per la quale mi mancano alcuni elementi – una ONDA LUNGA DI SVILUPPO GLOBALE (circa 2020- 2070) centrata su Brasile, Cina, India ed altri paesi. E 3 sistemi interconnessi:

1) DOMINANT SUPPLY  SIDE; una serie di Nuove Generazioni di apparati quantum-ICT, probabilmente anche via via più biotech e nanotech, per prosecuzione delle attuali traiettorie tecnologiche e delle loro parziali convergenze, cross-fertilizzazioni;

2) il connesso (dal lato domanda indotta spontaneamente dalla spinta del tutto autonoma del PT: keynesiani andate a farvi fottere) consumismo e sfruttamento di masse “infinite” di dati: nelle arti, business, complessità, cultura, finanza (verranno fuori dei derivati pazzeschi), gioco, organizzazioni (sempre più à la Simon-Marengo: decomponibili, decentrate, integrate; con il superamento degli Stati, ma anche forti discontinuità nelle MNC, NGO, ecc.), scienze, sport, tempo libero e viaggi (questi ultimi saranno programmati\improvvisati con la compulsazione ed elaborazione di DB  mostruosi, i cui output saranno accessibili su mobile: un TripAdvisor infinito, e depurato dai trucchi via via identificati).

3) E le analisi di questi “DB infiniti”con discipline, paradigmi e tecniche (quantum humanities, q-using sciences, q statistics, q apps) ancora tutte da sviluppare: bisogna prima formare – con curricula del tutto inediti, trasversali nelle vecchie discipline che cambieranno o spariranno – gli esperti in grado di concepirle e svilupparle. Su questi aspetti di transizione quantistica delle scienze, vi era stato un utilissimo speciale di Science anni fa, che ripescherò per citarlo qui. Ad es., è facile prevedere che tutta la Organisation Science sarà rivoltata come un calzino, pur preservando alcune intuizioni di pionieri come Coase e Simon.

In culo ai climate allarmisti, decrescenti felici, eco-catastrofici ed altre api maya. Da Serge Latouche a Guido Viale.

Presumibilmente, infatti, sarà PROPRIO QUESTA (assieme e congiunta con altri sistemi tecnologici in agricoltura, energie, materiali e TransUmanismo: per quest’ultimo, cfr il Nobel in Medicina sulle cellule) la onda lunga successiva a quella passata (micro-elettronica &biotech), che ci porterà davvero fuori dalla Grande Depressione 2007-2020 circa.

WaPo

American, Frenchman share Nobel physics prize

Frenchman Serge Haroche and American David Wineland have won the 2012 Nobel Prize in physics.

The Royal Swedish Academy of Sciences cited the two scientists Tuesday “for ground-breaking experimental methods that enable measuring and manipulation of individual quantum systems.”   http://www.washingtonpost.com/world/europe/nobel-prize-in-physics-to-be-announced-by-award-panel-in-

www.washingtonpost.com

ft

Stem-cell duo wins Nobel medicine prize

Discoveries by Sir John Gurdon and Shinya Yamanaka ‘revolutionised our understanding of how cells and organisms develop’, said Stockholm assembly

http://link.ft.com/r/TWK799/308EW9/TU7NW/PF740L/A553S1/B7/h?a1=2012&a2=10&a3=9

Advertisements